DAIOPTICAL /  TECNOLOGIA /  DAITACH PLUS

DAITACH PLUS – lenti progressive super personalizzate

Dalla tecnologia digitale free-form DAITACH® nasce un nuovo disegno progressivo SUPER-PERSONALIZZATO: DAITACH PLUS®, una lente che supera i confini dell’immaginazione, perché si basa su un design di elevatissima precisione, perfettamente adattabile ai bisogni visivi di ogni utente.
Con DAITACH PLUS® si arricchisce la gamma delle lenti progressive free-form con tecnologia digitale ad alto valore aggiunto. Controllate numericamente una ad una attraverso un software particolarmente evoluto, assicurano:
• massima precisione durante l’intero processo di calcolo della superficie, riducendo e velocizzando i controlli;
• migliore processo produttivo;
• maggiore flessibilità.
 
Le lenti DIVA UNIQUE®, disponibili nella versione DAITACH PLUS®, sono la nuova generazione di lenti progressive che si adattano perfettamente ad ogni presbite prendendo in considerazione una serie infinita di variabili tra cui tutte le caratteristiche fisionomiche dell’utente, la montatura scelta e la posizione d’uso. La geometria è ottenuta dalla combinazione di 6 parametri:
 
1 – distanza di lavoro (cm);
2 – distanza pupillare monoculare;
3 – angolo di inclinazione pantoscopica;
4 – distanza apice corneale-lente;
5 – angolo di avvolgimento della montatura;
6 – altezza centro pupillare bordo inferiore.
 


campo di visione con lento progressive tradizionali
campo di visione con lenti progressive free-form DAITACH PLUS

La distanza di lavoro indica lo spazio che intercorre tra l’utente e l’oggetto che utilizza nelle sue attività (per es. riviste, libri, cellulare, ecc.). Gli altri 5 parametri invece si riferiscono alla posizione della lente sul viso del presbite. Con queste rilevazioni le lenti saranno maggiormente personalizzate e più precise.
Grazie al disegno progressivo (per le multifocali), e al disegno atorico (per le lenti monofocali) sul lato concavo della lente, e quindi più vicino all’occhio, si ottengono enormi vantaggi che si traducono in un notevole allargamento del campo di visione.
L’immagine a fianco mostra che, considerata una certa porzione della superficie progressiva, guardando dal lato convesso della lente, il campo di visione è quello indicato dalle linee blu. Se spostiamo la superficie sul lato concavo il campo di visione diventa molto più ampio e coincide con quello indicato dalle linee rosse. Un esempio concreto è rappresentato dall’effetto ottenuto guardando dal buco della serratura. Poggiando l’occhio alla fessura si è in grado di guardare la stanza al di là di essa, invece, man mano che ci allontaniamo, si riesce a vedere molto meno perché l’immagine si restringe progressivamente.
Sono stati condotti centinaia di test per identificare i fattori che contribuiscono alla soddisfazione e al comfort del portatore di progressive e gli stessi sono stati presi in considerazione per lo sviluppo dei design delle progressive DIVA UNIQUE® con tecnologia digitale DAITACH PLUS®: è emerso che oltre il 90% di tutti gli utilizzatori sottoposti ai test ha dichiarato di essere più soddisfatto rispetto alle tradizionali lenti progressive.
 


 

DISTANZA DI LAVORO

È la distanza tra l’utente e l’oggetto (misurazione espressa in centimetri; valore di default di 40 cm).


 

DISTANZA PUPILLARE MONOCULARE

È la distanza tra il centro del setto nasale e il centro della pupilla, ponendo l’utilizzatore in posizione verticale e facendo in modo che guardi all’infinito (misurazione espressa in millimetri).


ESEMPIO

Partendo dalla distanza interpupillare fino a giungere alla distanza di lavoro sarà possibile calcolare con estrema precisione l’inset, con una variazione da 0 a 4 mm: la visione da vicino ne risulta nettamente migliorata.





 

ANGOLO DI INCLINAZIONE PANTOSCOPICA

È l’inclinazione del frontale della montatura in relazione alle tempie (misurazione espressa in gradi; valore di default 10°).
 

DISTANZA APICE CORNEALE – LENTE

È la distanza tra il vertice della cornea e la superficie interna della lente (misurazione espressa in millimetri; valore di default 12 mm).
 

ANGOLO DI AVVOLGIMENTO DELLA MONTATURA

È rappresentato dalla curvatura frontale della montatura (misurazione espressa in gradi; valore di default di 5°).

Questi 3 parametri sono relativi alla posizione delle lenti in uso e hanno una grande influenza sull’ampiezza del campo di visione. Con le progressive DAITACH PLUS® i vantaggi ottenuti sono evidenti perché si ottiene:
• l’ottimizzazione in tutti i campi di visione, mantenendo un severo controllo sulle aberrazioni;
• l’ottima qualità di visione in ogni posizione di uso.
Con lenti tradizionali, invece, a seconda delle diverse posizioni d’uso, il campo di visione subisce delle forti variazioni.



 

ESEMPIO


 


 

ALTEZZA CENTRO PUPILLARE BORDO INFERIORE

È la distanza tra il punto di rilevazione del centro pupillare e la parte inferiore della montatura (misurazione espressa in millimetri).


Con questo parametro è possibile ottimizzare la lunghezza del corridoio fino ad un’altezza minima di montaggio di 13 mm.
Grazie alle progressive DAITACH PLUS® il paziente non è più costretto a cercare compromessi con altezze minime già pre-calcolate come avviene con le geometrie precedenti (dove bisogna attenersi ad altezze minime di montaggio preimpostate).

CANALE DI PROGRESSIONE VARIABILE DA 10 A 18 mm.
ALTEZZA MINIMA DI MONTAGGIO VARIABILE DA 13 A 22 mm.




altezza minima di montaggio 13 mm

Con DAITACH PLUS® i 6 parametri rilevati influenzeranno notevolmente il disegno e il calcolo delle lenti assicurando il massimo della qualità e della precisione ottica. In questo modo, l’utente che riceverà le nuove lenti progressive, potrà sfruttare completamente il campo di visione in base alle sue esigenze.

Tuttavia, nel caso in cui i parametri rilevati corrispondano esattamente a quelli standard, il potere ricalcolato corrisponderà alla gradazione iniziale. Con questo però non si deve pensare che sia inutile costruire una lente con tecnologia DAITACH PLUS® in quanto comunque i vantaggi che ne derivererebbero sono notevoli, tra questi:
• migliore precisione di costruzione con la lavorazione a 0.001 mm;
• calcolo preciso del disegno;
• lunghezza di corridoio ottimale per ogni utente e quindi zona da vicino sfruttata al 100% (senza utilizzare un corridoio più piccolo del necessario);
• potere calcolato con estrema precisione;
• migliore distribuzione delle aberrazioni e l’uso ottimale della zona da lontano e da vicino.
 

OBIETTIVI VERSO I CLIENTI

Gli ottici necessitano sempre più di prodotti di valore che offrano loro maggiori argomenti per incrementare il volume di vendita delle lenti progressive.
DAITACH PLUS® è stato ideato perfettamente per essere accessibile ad un gran numero di persone, diventando di conseguenza un prodotto di consumo di massa.
DAITACH PLUS® modifica i poteri delle lenti in base alla posizione d’uso, calcolata dalla posizione della lente in relazione agli occhi e alla postura.
La tecnologia DAITACH PLUS® consente di ottenere una serie di vantaggi come ad esempio:

• maggiore distribuzione delle aberrazioni;
• campo di visione maggiore del 40% rispetto a lenti con tecnologia tradizionale;
• zona da vicino ampia e confortevole;
• maggiore precisione nel calcolo e nella produzione delle stesse.
 


 

CALCOLO DEGLI ASSI VISIVI NELLO
SPAZIO-OGGETTO

Non tutti i raggi di luce vengono a contatto con la fovea. I raggi di luce che ci forniscono di una buona qualità visiva sono quelli che incidono sulla retina. Per questo motivo è importante ricalcolare gli assi visivi corretti in ogni direzione di visione.




COSTRUZIONE DI UN DISEGNO CHE SIMULA LO SPAZIO-OGGETTO DA VISUALIZZARE

In base al profilo di progressione, un disegno è costruito per ricreare le esigenze visive di ogni portatore. Secondo lo stile di vita e altri parametri personalizzati lo spazio-oggetto risultante potrebbe essere diverso. Ad esempio, quando si costruisce un disegno con un spazio-oggetto appositamente sviluppato per le lenti che stanno per essere utilizzate in ambienti interni, il vicino e l’intermedio saranno più importanti del lontano. Invece per una lente destinata all’aperto avrà il lontano molto più importante rispetto al vicino.

Il calcolo della potenza in ogni punto della lente considera sia il sistema ottico sia l’ambiente. La tecnologia digitale DAITACH PLUS® calcola la potenza in ogni punto ed è in grado di creare una lente totalmente personalizzata in grado di fornire la potenza necessaria ad ogni portatore, in qualsiasi direzione.

SISTEMA DI OTTIMIZZAZIONE

Questo è l’ultimo passo del calcolo per la progettazione free-form DAITACH PLUS®; lungo i passaggi precedenti abbiamo visto il calcolo della potenza della lente con condizioni personalizzate. Oltre i parametri personalizzati bisogna considerare tutti i coefficienti che definiscono la superficie free-form. Questo processo prende in considerazione tutti i parametri del portatore e dà come risultato il calcolo di una superficie unica, totalmente personalizzata. Questo processo coinvolge due ottimizzazioni base: ottimizzazione della potenza e ottimizzazione dell’astigmatismo.

PRESTAZIONI VISIVE


CARATTERISTICHE TECNICHE

 
• Altezza minima di montaggio variabile da 13 mm a 22 mm
• Canale di progressione variabile da 10 a 18 mm
• Distanza minima raccomandata dal centro pupillare all’angolo superiore della montatura 10 mm


 

 

ANALISI DI UNA PROGRESSIVA DIVA UNIQUE® DAITACH PLUS® SPH 0,00 ADD 2,00

La legge del potere è variabile, tuttavia, considerando una lente con 0,00 dpt da lontano e l’addizione di 2,00 dpt, la distanza pupillare per lontano di 62 e l’altezza minima di montaggio di 18 mm (canale di progressione 16), si raggiunge l’85% dell’addizione a 12,2 mm (76% del canale di progressione) e il 100% a 16 mm. In questo caso bisogna considerare che l’addizione rilevata, dato il ricalcolo del potere, alla fine del corridoio è di 2,15 dpt ed è su questo valore che si basa la rilevazione.
 

CILINDRO

POTERE